Yoga della risata

“NON RIDO PERCHÉ SONO FELICE, SONO FELICE PERCHÉ RIDO”
dott. Madan Kataria


Può una risata farci sentire meglio? Una volta si diceva che il riso abbonda sulla bocca degli stolti, ora pare proprio che sia vero il detto “ridi che ti passa”.

Ridere provoca infatti un’autentica cascata di endorfine, serotonina e dopamina, le sostanze del buon umore.

Lo Yoga della Risata (noto anche come Laughter Yoga o Hasyayoga) è una pratica di rilassamento ideata dal medico indiano Madan Kataria negli anni Novanta. Si basa sulla combinazione della risata autoindotta e la respirazione yoga senza bisogno di comicità. In gruppo si simula la risata come esercizio fisico, invitando al contatto visivo e alla giocosità. Da una risata indotta si passa senza accorgersi a una naturale e liberatoria.

Il nome “Yoga della Risata” deriva dalla tecnica di respirazione Pranayama. E’ grazie al respiro che il Prana, il soffio vitale dell’universo, anima il nostro organismo.

Quali sono i principali benefici di questa tecnica?

  1. ossigenazione del sangue e degli organi,

  2. regolazione del battito cardiaco e della pressione,

  3. scioglimento di stress e ansia,

  4. riduzione degli ormoni dello stress e potenziamento del sistema immunitario,

  5. maggiore disinvoltura nelle relazioni interpersonali,

  6. aumento del tono dell’umore.