Bert Hellinger: sulla rabbia

Condivido con Voi uno scritto di Bert Hellinger sulla Rabbia, un’emozione della quale, quando ci riguarda, parliamo malvolentieri e per la quale siamo portati a vergognarci.

Più in generale sono le emozioni ad imbarazzare, non solo la rabbia, anche l’espressione della felicità, del pianto, della tristezza suscitano perplessità. L’educazione ricevuta tende al “controllo” delle emozioni, alla censura, alla “dittatura” della mente sul cuore! L’educazione non prevede tempi, luoghi e modi per le emozioni; piangere è quasi sempre fuori luogo, manifestare il proprio dolore suscita imbarazzo, arrabbiarsi è sempre sconveniente, essere tristi costringe qualcuno a dare consigli per ché tutto passi in fretta!

Mentre il tempo dell’emozione è quello in cui essa sorge, in quel modo, in quel luogo e secondo l’intensità che il nostro essere richiede. L’emozione vissuta può concludersi in tempi ragionevoli mentre quella inespressa si trascina. Viviamo tanto quanto siamo capaci di emozionarci!

Benvenute, Emozioni!

Gabriele Minuzzo